Martedì 19 Febbraio 2019 Solidarietà al movimento fiorentino sotto processo – Presidio

Siamo tutti colpevoli di lottare

Siamo tutti colpevoli di lottare

PROCESSO CONTRO IL MOVIMENTO FIORENTINO, IL 19 FEBBRAIO 2019 ORE 9.30 PRESIDIO SOTTO IL TRIBUNALE DI FIRENZE IN OCCASIONE DEL PROCESSO D’APPELLO!

Con la sentenza di primo grado per il Processo contro il movimento fiorentino i giudici hanno condannato 67 compagni e compagne a pene tra i 6 mesi e i 2 anni, per un totale di oltre 60.

L’inchiesta, iniziata nel 2009 a partire dalle mobilitazioni studentesche e ben presto allargatasi ad altri ambiti e alla maggior parte delle realtà militanti del territorio fiorentino, è stata costruita attorno alla presunta esistenza di un’Associazione a Delinquere.

Prima il 4 maggio e poi il 13 giungo 2011 furono emesse 35 misure cautelari con un arresto in carcere, altri ai domiciliari e obblighi di firma.

In primo grado è caduta l’accusa di associazione a delinquere e i giudici hanno assolto i compagni e le compagne imputate per questo reato: è caduto tutto il teorema giudiziario alla base del processo e montato dal PM Coletta e dal GIP Rocchi. Rimane però il fatto che questo capo d’accusa abbia permesso la costruzione di un’inchiesta di questo tipo con intercettazioni e pedinamenti, che hanno riguardato un lasso di tempo molto lungo dando modo di monitorare e controllare l’attività politica dei compagni per due anni e giustificare pesanti misure cautelari.

I reati su cui sono state emesse le condanne riguardano fatti di piazza e avvenimenti specifici. I giudici partivano dalle richieste del PM Coletta per un totale di quasi 72 anni di carcere. Nonostante sia caduta l’accusa di Associazione a Delinquere il totale degli anni di condanna però si avvicina di molto alle richieste iniziali.

Da una parte i giudici disconoscono l’impianto del processo, dall’altro hanno colpito duramente episodi che secondo loro hanno rappresentato momenti di innalzamento del livello dello scontro come la contestazione a Daniela Santanchè all’Università di Novoli e le manifestazioni di solidarietà successive ai primi arresti del 4 maggio che criticavano le decisioni dei magistrati e mettevano in discussione la legittimità stessa delle decisioni istituzionali.

Alla luce di quanto stiamo vivendo a 10 anni di distanza pensiamo sia opportuno rivendicare il nostro protagonismo nelle lotte contro le politiche fasciste e razziste, contro le riforme della scuola, dell’università e del lavoro dei governi di allora e sottolineare quanto i motivi che ci spinsero ad organizzarci e scendere in piazza allora siano validi ancora oggi.

Manifestare la solidarietà ai compagni imputati in questo processo vuol dire difendere la legittimità di quelle posizioni.

Manifestare la solidarietà ai compagni imputati in questo processo vuol dire affermare che la lotta è una scelta ma anche una necessità. Significa esser consapevoli che alla lotta corrisponde un prezzo da pagare, ma è l’unico modo per riprenderci un presente e un futuro in cui le nostre vite non valgono solo nella misura in cui sono compatibili e produttive per questo sistema di guerra, sfruttamento e disuguaglianza.

Il 19 febbraio ci sarà l’udienza in cui i giudici della corte d’appello torneranno ad esprimersi, tra gli altri, anche sull’accusa di associazione a delinquere in virtù del ricorso presentato dal PM Coletta.
Solidarietà a chi lotta! Il movimento fiorentino non si processa!

Posted in iniziative, Movimento Fiorentino | Comments Off on Martedì 19 Febbraio 2019 Solidarietà al movimento fiorentino sotto processo – Presidio

Sabato 16 Febbraio 2019 Manifestazione Nazionale a Roma – Libertà per Ocalan e per tutte e tutti i prigionieri politici

Libertà per Ocalan

Libertà per Ocalan

Difendiamo il Rojava per la libertà e la pace in Medio Oriente

Sono 20 anni che il leader del popolo curdo Abdullah Ocalan è sequestrato nell’isola-carcere di Imrali, in condizione di totale isolamento.
Dal 2011 gli è negato l’incontro con i suoi legali e dal 2015 lo Stato turco impedisce ogni qualsivoglia contatto.
Solo qualche giorno fa, per pochi minuti ha potuto riabbracciare il fratello, stante la pressione esercitata nel mondo dall HungerStrike di migliaia di curde/i, in particolare nelle carceri turche dove la deputata HDP Leyla GÜVEN è giunta al 70° giorno di sciopero insieme a centinaia di detenute/i con l’intento di “porre fine all’isolamento di Ocalan”.
Dietro tanta ferocia c’è la volontà di screditare la sua personalità , di impedire la diffusione delle sue idee all’opinione pubblica: Ocalan, nonostante le condizioni terribili di detenzione e di isolamento, non ha mai rinunciato alla speranza per una risoluzione politica dei conflitti in MedioOriente, ed in modo particolare della questione curda.

I suoi scritti hanno delineato le basi teoriche per l’avvio della rivoluzione in Rojava, per la liberazione dei curdi ezidi a Shengal , per la democratizzazione in Turchia. Nella Siria del Nord ha ispirato la nascita di un sistema democratico multietnico basato sulla parità di genere, dove le curde e i curdi insieme agli altri popoli della regione non solo hanno combattuto la minaccia globale dello Stato Islamico portandolo alla sconfitta, e pagando un prezzo elevato in termini di vite umane, ma hanno favorito nei territori liberati la diffusione di un modello amministrativo laico, democratico ed egualitario.
Ciò rappresenta una speranza di cambiamento per tutti i popoli della regione e per l’intero Medio Oriente. Per questa ragione l’esperimento del Confederalismo Democratico nella Siria del Nord- Rojava va difeso e sviluppato.

Il numero di persone nelle prigioni turche è arrivato a 260.000. Organizzazioni per i diritti umani denunciano violazioni crescenti contro i prigionieri. L’isolamento è una delle più pesanti di queste violazioni.

E’ davanti agli occhi del mondo intero, quanto il regime di Recep Tayyip Erdoğan sta facendo in termini di repressione nei confronti del popolo curdo e di tutte le istanze democratiche in Turchia e in Medio Oriente.
Favorendo così la diffusione del nazional-fascismo, del sessismo e del fanatismo religioso.
Occupando interi territori in Medio Oriente, distruggendone la storia e l’identità culturale, provocando genocidi ed esodi di massa di intere popolazioni, anche attraverso l’appropriazione dei fiumi Tigri ed Eufrate- patrimoni dell’umanità- irregimentati con dighe per lo sfruttamento elettrico a danno della sparizione di civiltà millenarie , come la città di Hasankyef.
Catastrofi umanitarie, di cui Afrin invasa, saccheggiata e occupata dai turchi e alleati jadisti è la dimostrazione della barbarie del regime di Erdogan, che, complici le superpotenze,sta oltremodo dispiegando le forze armate per invadere i cantoni di Kobane e Jazeera allo scopo di disperdere la rivoluzione del Rojava e decimare i combattenti curdi.
La libertà di Abdullah Öcalan è indispensabile.Per molti anni lo Stato turco ha tenuto colloqui con lui per la risoluzione della questione curda.
Egli infatti è in grado di svolgere un ruolo chiave essendo il leader che gode della fiducia di milioni di persone in Medio Oriente:
porre fine al suo isolamento significa dare una prospettiva di pace e di democrazia a tutti quei territori martoriati da decenni di guerra,distruzioni e milioni di profughi.

Libertà per Ocalan e per tutte e tutti i prigionieri politici
Difendiamo il Rojava per la libertà e la pace in Medio Oriente
16 febbraio manifestazioni a Roma e Strarburgo

Posted in Kurdistan, manifestazione | Comments Off on Sabato 16 Febbraio 2019 Manifestazione Nazionale a Roma – Libertà per Ocalan e per tutte e tutti i prigionieri politici

Blitz alla Leonardo/Finmeccanica complice dei massacri in Medio Oriente

Video:  https://www.facebook.com/CpaFirenzeSud/videos/252620112296536

Blitz di compagni e compagne internazionalisti/e per denunciare la complicità italiana nella guerra dell’esercito di Erdogan, dopo l’invasione di Afrin, saccheggiata e occupata dai turchi e alleati jihadisti, in queste settimane, complici le superpotenze, l’esercito turco sta dispiegando le forze armate per invadere i cantoni di Kobane e Jazeera allo scopo di attaccare la rivoluzione del Rojava e decimare i combattenti curdi.

Gli affari della Leonardo in Turchia

La Leonardo opera con l’esercito Turco per forniture di elicotteri dal 2016 con il gruppo Augusta Westland. Elicotteri che oggi sono operativi nei cieli del Kurdistan, della Turchia e nel Nord della Siria, contro le forze di autodifesa popolare YPG/YPJ.

Da circa due anni attraverso le partecipate Thales-Alenia Space e Telespazio ha contribuito a realizzare il primo satellite militare messo in orbita dalla difesa Turca per essere utilizzato nelle missioni militari contro la resistenza Kurda.

Quelle stesse operazioni che nel corso del 2017 hanno causato la distruzione indiscriminata di tutte le principali città a maggioranza Kurda nel sud-est del paese, e che hanno fornito appoggio aereo alle milizie islamiste impegnate nella distruzione delle città di Afrin e nell’operazione di pulizia etnica in tutto il cantone.

Per La libertà di Ocalan e a fianco dei prigionieri in sciopero della fame

Sono 20 anni che il leader del popolo curdo Abdullah Ocalan è sequestrato nell’isola-carcere di Imrali, in condizione di totale isolamento. Dal 2011 gli è negato l’incontro con i suoi legali e dal 2015 lo Stato turco impedisce ogni qualsivoglia contatto. Solo qualche giorno fa, per pochi minuti ha potuto riabbracciare il fratello, stante la pressione esercitata nel mondo dall #HungerStrike di migliaia di curde/i, in particolare nelle carceri turche dove la deputata HDP Leyla GÜVEN è giunta ad oltre 90 giorni di sciopero insieme a centinaia di detenute/i con l’intento di “porre fine all’isolamento di Ocalan.

Libertà per Ocalan e per tutte e tutti i prigionieri politici!
Difendiamo il Rojava per la libertà e la pace in Medio Oriente.

LEONARDO S.P.A. COMPLICE DELL’AGGRESSIONE TURCA!

Il pullman da Firenze
https://www.facebook.com/events/1220202968136951/

Il Corteo Nazionale a Roma sabato 16 Febbraio
https://www.facebook.com/events/382212749259863/

Cantiere Sociale K 100 Fuegos (Campi Bisenzio); CPA Firenze Sud; Rete dei Collettivi Fiorentini; Collettivo Politico Scienze Polititiche; Collettivo Krisis Scienze Umanistiche

Posted in iniziative, Kurdistan, No alla guerra, Palestina | Comments Off on Blitz alla Leonardo/Finmeccanica complice dei massacri in Medio Oriente

Venerdì 15 Febbraio 2019 – Spettacolo teatrale Questione di centesimi

Spettacolo teatrale Questione di centesimi

Spettacolo teatrale Questione di centesimi

Lo spettacolo nasce dai racconti del padre dell’attore protagonista e autore, Pasquale Franco, per alcuni anni operaio nella sede Fiat di Pomigliano d’Arco. Storie che si sono intersecate con l’attualità, la rivoluzione delle metriche del lavoro in fabbrica, la progressiva mercificazione del lavoro e il peggioramento delle condizioni, di salute oltre che di diritti, dei lavoratori.

Condizioni che spingono a cercare una via d’uscita per sopravvivere, un pensiero alternativo che riporta la mente a una passione (nel caso del protagonista la musica), agli affetti della famiglia, a desideri irrealizzabili. A qualcosa di altro dalla catena di montaggio. “Tutto pur di uscire anche per un attimo dal tempo automatico, precisato, misurato, contingentato della fabbrica; circolare e ripetitivo come lo sgabello su cui ruota il protagonista”

“Questione di centesimi” è idealmente dedicato a Maria Baratto, operaia Fiat suicidatasi nel 2014 a 47 anni, dopo sei anni di cassa integrazione.

Posted in teatro | Comments Off on Venerdì 15 Febbraio 2019 – Spettacolo teatrale Questione di centesimi

Venerdì 8 Febbraio 2019 Casapound fascisti del terzo millennio – Conoscerli e riconoscerli

Casapound fascisti del terzo millennio-Conoscerli e riconoscerli

Casapound fascisti del terzo millennio-Conoscerli e riconoscerli

Il Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos e l’ANPI Lanciotto Ballerini di Campi Bisenzio hanno deciso di organizzare una serie di iniziative per contrastare il fascismo ed il razzismo dilagante, spesso cavalcato e fomentato da formazioni politiche per puro tornaconto elettorale.

Il secondo incontro si terrà Venerdì 08/02 dalle 18:30 a Campi Bisenzio (Circolo ARCI Rinascita -Piazza Matteucci Campi Bisenzio ) con la presentazione del libro:
“Casa Pound Italia. Fascisti del terzo millennio” (Mimesis editore) con l’autore Elia Rosati – ricercatore storico e collaboratore dell’Università Statale di Milano.

“CasaPound Italia. Fascisti del Terzo Millennio” è uno studio che, come dice lo stesso autore nell’introduzione, evita posizioni scandalistiche, agiografiche o denigratorie, e compone invece una ricostruzione storica senza eguali sull’ascesa delle moderne camicie nere nell’Italia della crisi, analizzando tra le altre cose anche l’utilizzo che il movimento fa dei social network o i suoi legami con il nazirock.

Posted in iniziative | Comments Off on Venerdì 8 Febbraio 2019 Casapound fascisti del terzo millennio – Conoscerli e riconoscerli

Giovedì 7 Febbraio 2019 Serata Jazz – Francesco Gabrielli Quartet

Jazz - Francesco Gabrielli Quartet

Jazz – Francesco Gabrielli Quartet

Ore 20:30 cena popolare

Ore 22:00 Serata Jazz con
Francesco Gabrielli Quartet
https://www.facebook.com/francescogabrielliquartet

Francesco Gabrielli quartet propone un repertorio di brani originali, le sonorità sono quelle Jazz “rimescolate”
C’è chi ci sente del funk, chi del blues, qualcuno dice impro, talaltro even … noi diciamo stop, venite a sentire e fatevi un’idea, no?
Autore dei brani manco a dirlo Francesco Gabrielli chitarrista, compositore e contadino.

Formazione:
Francesco Gabrielli: chitarra
Daniele Innocenti: Sax
Nicola Del Lungo: Basso
Marco Mazzoni: batteria

Posted in concerti | Comments Off on Giovedì 7 Febbraio 2019 Serata Jazz – Francesco Gabrielli Quartet

Cinema Febbraio 2019 Dedicato al calcio. Tutte le domeniche ingresso libero e gratuito!

CineK100 di Febbraio dedicato al calcio.

CineK100 di Febbraio dedicato al calcio.

CineK100 di Febbraio dedicato al calcio.

Domenica 03/02 Invictus
Domenica 10/02 Il mio amico Heric
Domenica 17/02 Hooligans
Domenica 24/02 Febbre a 90

Ingresso libero e gratuito ….pop corn per tutti!

Invictus – L’invincibile
134 min. – usa 2009
drammatico
regia di clint eastwood
C’è uno sport molto diffuso nel Paese: il rugby e c’è una squadra, gli Springboks, che catalizza l’attenzione di tutti, sia che si interessino di sport sia che non se ne occupino. Perché gli Springboks, squadra formata da tutti bianchi con un solo giocatore nero,sono uno dei simboli dell’apartheid. Mandela decide di puntare proprio su di loro in vista dei Mondiali di rugby che si stanno per giocare in Sudafrica nel 1995. Il suo punto di riferimento per riuscire nell’operazione di riunire la Nazione intorno alla squadra è il suo capitano François Pienaar.

Il mio amico Eric
116 min. -gb/it/fr/bg 2009
commedia
regia di ken loach
Un impiegato delle Poste britanniche vede la sua vita andare sempre peggio. Ha lasciato da trent’anni Lily, suo unico e vero amore. Ora vive con i due figliastri lasciatigli da una donna che non c’è e con uno dei quali ha un pessimo rapporto. Eric, che cerca di non ricordare il passato, ha un solo rifugio in cui cercare un po’ di consolazione: il tifo per il Manchester e la venerazione per quello che nel passato è stato il suo più grande campione, Eric Cantona…Qualcuno giunge in suo soccorso in modo inatteso e concretamente irreale: il suo idolo: Eric Cantona.

Hooligans
I.D.
107 min. – ger/gb 1995
drammatico
regia di PHILIP DAVIS
John, un giovane e ambizioso POLIZIOTTO, viene mandato sotto copertura nelle TIFOSERIE DELLE squadre dI calcio per rintracciare i “generali”, le figure oscure che orchestrano la violenza. A poco a poco però quel mondo di machisti e grandi bevitori, dove la partita di sabato e il rombo del sabato sono tutto ciò che conta, si rivela irresistibile e John si ritrova lentamente a trasformarsi in uno dei malviventi che è stato mandato a distruggere.

Febbre a 90°
102min. -GB 1997
commedia
regia di david evans
Paul Ashworth è un insegnante di letteratura con l’amore per il calcio, in particolare per l’Arsenal. Una “magnifica ossessione” tale da mettere in difficoltà la sua relazione con la professoressa di storia, Sarah Hughes; soprattutto quando è in gioco la partita che decreterà la vittoria del Campionato…
tratto dal romanzo autobiografico di Nick Hornby

Posted in cinema | Comments Off on Cinema Febbraio 2019 Dedicato al calcio. Tutte le domeniche ingresso libero e gratuito!

Mercoledì 30 Gennaio 2019 Solidarietà alla Palestina che resiste!

Solidarietà alla Palestina che resiste!

Solidarietà alla Palestina che resiste!

SOLIDARIETA’ ALLA PALESTINA CHE RESISTE

Dalle 19:30:
Cena a offerta libera

Dalle 21:00:
Dibattito sulla questione Palestinese con la proiezione del Film:
YALLAH,YALLAH (calcio,passione e resistenza)

Interverranno:
Fernando Romanazzo(autore del Film)
Alcuni compagn* del Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos – Campi Bisenzio,di ritorno dalla Cisgiordania
Associazione di Amicizia Italo Palestinese

LE INIZIATIVE SI SVOLGERANNO ALLO Studentato Autogestito PDM – Firenze (via del Ponte di mezzo 27-Firenze)

Posted in Palestina | Comments Off on Mercoledì 30 Gennaio 2019 Solidarietà alla Palestina che resiste!

Domenica 27 Gennaio 2019 Cinebimbi Il gigante di ferro

Cinebimbi Il gigante di ferro

Cinebimbi Il gigante di ferro

Posted in cinelab-bimbi | Comments Off on Domenica 27 Gennaio 2019 Cinebimbi Il gigante di ferro

Venerdì 25 Gennaio 2019 Serata rock e tesseramento Anpi

Serata rock e tesseramento Anpi

Serata rock e tesseramento Anpi

Posted in concerti | Comments Off on Venerdì 25 Gennaio 2019 Serata rock e tesseramento Anpi