Sabato 29 Febbraio 2020 Sosteniamo i Lavoratori In Lotta

Sosteniamo i lavoratori in lotta

Sosteniamo i lavoratori in lotta

SOSTENIAMO I LAVORATORI IN LOTTA
Il K100fuegos e il Collettivo di Fabbrica GKN organizzano una serata di incontro, confronto e sostegno tra lavoratori.

18:00 Presentazione del libro
“Quando la FIAT parlava Argentino – Storia di operai senza eroi”
con l’autore Camillo Robertini

Incontro tra lavoratori attivi sulle vertenze del territorio della piana FI-PO-PT

20:30 Cena in sostegno della cassa di resistenza dei lavoratori Pratesi in lotta e che sono stati colpiti dal Decreto Salvini con multe da 4000E l’uno per aver scioperato.

Menù dello Chef ORO:
– pennette al sugo di pecora
– pecora in umido
– contorno
– acqua/vino
possibilità di alernativa vegetariani.

prenotazioni entro Merc 26/2 sulla pagina fb o al numero 3283835166

23:00 Concerto live con
IL BANCHETTO BAND
(Tributo a De André)

Posted in iniziative | Comments Off on Sabato 29 Febbraio 2020 Sosteniamo i Lavoratori In Lotta

Solidali con gli/le antifascisti/e genovesi colpiti dalla repressione.

Combattere il fascismo non è solo una dichiarazione d’intenti ma una pratica politica quotidiana per impedire a questi topi di fogna di agire indisturbati.
Abbiamo sempre indicato i responsabili della presenza dei fascisti e delle loro sedi sui nostri territori proprio nelle istituzioni e in un sistema politico che in nome di una malintesa libertà di espressione non ha fatto altro che concedere loro piena legittimità.
Per questo non ci stupiscono le accuse della magistratura ai compagn* di Genova, scesi in piazza il 23 maggio 2019 per opporsi al comizio di Casapound, ben protetto dalla questura e pienamente legittimato dalle istituzioni cittadine e nazionali. Allo stesso modo non ci sorprende venire a conoscenza delle indagini, portate avanti dalla questura fiorentina, nei confronti di chi il 19 maggio 2019 si oppose in modo determinato al comizio di Salvini in piazza Strozzi a Firenze.

In quei giorni a Genova e Firenze, così come in moltissime altre città d’Italia, migliaia di antifascist* sono scesi in piazza per ribadire che non c’è spazio nelle nostre città per chi fomenta la guerra tra poveri nel tentativo di nascondere i veri responsabili di una crisi politica ed economica che diventa ogni giorno sempre più grave. La presenza dei fascisti è necessaria per creare il terreno per politiche sempre più reazionarie, che colpiscono i settori popolari in piena continuità tra i successivi governi; ma lo è anche per sventolare davanti all’opinione pubblica democratica lo spauracchio della minaccia fascista.

Così, in un colpo solo, fascisti e razzisti portano acqua al mulino del sistema sia da destra che da sinistra. E così si crea un consenso completamente appiattito sulla logica dei “buoni” e dei “cattivi”: le sardine i buoni e salvini il cattivo/gli immigrati i cattivi e salvini il buono.
Quando invece, nel palcoscenico politico, intervengono
migliaia di persone che non riconoscono ai fascisti alcuna legittimità ecco che lo stato interviene puntualmente per punire chi è realmente incompatibile con questo sistema.
Purtroppo per loro però il legame della solidarietà è un valore che i nostri partigiani hanno saputo ben trasmettere e per questo non lasceremo solo nessuno davanti ad un tribunale che pensa di poterci giudicare per aver praticato ciò che riteniamo da sempre come antifascist* pienamente leggittimo, ovvero impedire ogni forma di propaganda fascista e razzista in questo paese.

Firenze Antifascista

Genova vi odia

Genova vi odia

Posted in comunicati, Firenze Antifascista | Comments Off on Solidali con gli/le antifascisti/e genovesi colpiti dalla repressione.

Domenica 23 Febbraio 2020 CineLab Bimbi

Cinelab bimbi carnevale

Cinelab bimbi carnevale

Posted in cinelab-bimbi | Comments Off on Domenica 23 Febbraio 2020 CineLab Bimbi

La piana non si è arresa al potere del denaro! abbiamo vinto, no aeroporto! Ora avanti con il parco della piana per tutti!

Il Consiglio di Stato cancella il nuovo aeroporto confermando la sentenza del Tar Toscano che aveva accolto il ricorso promosso dai Comitati e dai Comuni.
Gli abitanti della Piana ancora una volta hanno vinto, con la forza collettiva delle idee e della partecipazione, ancora una volta dopo aver abbattuto con 15 anni di lotte l’Inceneritore di Firenze, un’altra grande vittoria collettiva contro il mega Aeroporto del blocco di potere Eurnekian, Renzi&Carrai, Nardella, Rossi, Giani, la Confindustria e Confcommercio.
La sentenza ha confermato quello che già sapevamo, ovvero la pressapochezza e malafede degli amministratori pubblici, che non si preoccupano di rispettare le procedure ma anzi rimandano le valutazioni sui rischi delle grandi opere e scaricano i danni sulla collettività , in nome degli interessi e dei profitti, privati ovviamente.
Con manifestazioni, ricorsi, presidi, abbiamo difeso insieme il territorio, con la forza di tanti abbiamo sconfitto il potere e gli interessi di pochi!
Per la vittoria nei tribunali amministrativi molto del merito va ai Comitati no aeroporto di Prato che hanno fatto un grande lavoro di studio degli aspetti legali.
Ora vogliamo il parco della Piana e il ridimensionamento dell’attuale aeroporto, che oltre a non rispettare le prescrizioni e di fatto operare fuori legge, è
incompatibile con la vita e la salute di decine di migliaia di persone!

Continuiamo a lottare insieme, per tutti!

Abbiamo vinto

Abbiamo vinto

DOMENICA 23 Febbraio ore 10,00 ci vediamo al Presidio Noinc-Noaero di Via dell’Osmannoro, per festeggiare insieme con una camminata e pulizia del Parco, la visita alla nuova cassa di espansione e pranzo!

Posted in axpcn, comunicati | Comments Off on La piana non si è arresa al potere del denaro! abbiamo vinto, no aeroporto! Ora avanti con il parco della piana per tutti!

Domenica 16 Febbraio 2020 CineLab Bimbi

CineLab Bimbi

CineLab Bimbi

Posted in cinelab-bimbi | Comments Off on Domenica 16 Febbraio 2020 CineLab Bimbi

Sabato 15 Febbraio 2020 Roma – Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo ore 14 piazza della Repubblica

Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo

Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo

In tutto il mondo le Comunità Curde manifestano per la libertà del Presidente Ocalan e degli oltre 12.000 prigionieri politici in Turchia, nell’anniversario dell’arresto di Apo e della sua carcerazione in completo isolamento, sepolto nell’isola di Imrali.
Anche in Italia manifestiamo con la Comunità Curda e le associazioni di sostegno al popolo curdo per Ocalan ed i prigionieri politici curdi e turchi detenuti nelle carceri di Erdogan, anche semplicemente per aver scritto su un giornale o per avere esercitato i diritto di Sindaco.
Parlamentari, membri delle istituzioni, sindaci, giornalisti, accademici, femminste e attiviste trans, studenti e militanti politici, sono ormai migliaia e migliaia i detenuti politici, centinaia le municipalità private dei sindaci e commissariate. La repressione in Turchia ha assunto apertamente il carattere di regime fascista, nel Kurdistan quanto nelle città turche.
Manifestiamo a Roma in sostegno della Rivoluzione del Rojava, minacciata dall’aggressione turca e dai venti di guerra che forti soffiano in medio oriente, ed in sostegno al Movimento Curdo che, guidato dal PKK, porta avanti in Turchia come in Siria, in Irak come in Iran, un progetto di emancipazione e liberazione popolare.

Manifestiamo contro la guerra che da anni ormai insanguina il Medio Oriente, portata avanti dalle potenze internazionali e regionali per la spartizione e lo sfruttamento dei territori e delle risorse. Contro la vendita delle armi di cui il nostro paese è tra i principali esportatori, per il blocco dei commerci e delle industrie di morte, come Leonardo Finmeccanica.

In solidarietà con gli internazionalisti sotto processo in Italia per aver dato il loro appoggio alla rivoluzione curda, con il compagno Tekoser Orso nel cuore,

Per la liberazione di Ocalan e di tutti e tutte i/le prigionieri/e politiche in Turchia,
Per sostenere la Rivoluzione del Rojava ed il Movimento Curdo,
Contro la vendita di armi alla Turchia ed il commercio bellico,
Delist PKK! Biji Berxwedana!

Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo

Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo

da Firenze Pulmann per la MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA – partenza ore 9 dal Mercato di Novoli
per info e prenotazione 328 1049050 Giulia – 345 0967532 Tommaso

Posted in Kurdistan, manifestazione | Comments Off on Sabato 15 Febbraio 2020 Roma – Manifestazione nazionale di sostegno al popolo Curdo ore 14 piazza della Repubblica

Sabato 15 Febbraio 2020 No al piano Trump! la Palestina non è in vendita!

No al piano Trump! la Palestina non è in vendita!

No al piano Trump! la Palestina non è in vendita!

Firenze per la Palestina organizza un presidio per manifestare il dissenso e l’ indignazione per l’ennesimo, arrogante tentativo di far scomparire con un Piano Truffa il popolo palestinese e la Palestina dalla carta geografica e dalla storia. Partecipiamo numerosi e diffondiamo la notizia per respingere questo nuovo, inqualificabile oltraggio alla giustizia e ad ogni principio di legalità.

Posted in manifestazione, Palestina | Comments Off on Sabato 15 Febbraio 2020 No al piano Trump! la Palestina non è in vendita!

Mercoledì 12 Febbraio 2020 Firenze contro la guerra – Al fianco dei portuali di Genova!

Al fianco dei portuali di Genova!

Al fianco dei portuali di Genova!

Firenze contro la guerra!
Coi lavoratori genovesi in sciopero contro l’arrivo nel porto di armi e bombe, basta affari di guerra, basta accordi insanguinati!

Mercoledì 12 febbraio i lavoratori del porto di Genova sciopereranno contro l’arrivo di una nave della compagnia saudita Bahri, da sempre impegnata nell’esportazione di strumentazioni belliche per conto di numerose aziende italiane, tra cui Leonardo-Finmeccanica.

Domenica 26 gennaio come assemblea “Firenze contro la guerra” abbiamo manifestato per le strade della città per ribadire la nostra contrarietà agli interventi militari e alle ingerenze delle potenze straniere in Medioriente e nel Mediterraneo per chiedere lo smantellamento delle basi USA e NATO e la fuoriuscita dell’Italia dal patto atlantico, per bandire le armi nucleari dal suolo italiano e dal tutto mondo, per tagliare le spese e gli investimenti nel settore militare e convertirti il servizi sociali per tutti/e, per la chiusura immediata dei legar di stato e l’abrogazione dei decreti sicurezza. La sola sicurezze utile e necessaria è quella di una casa, l’accesso alla salute, ad una pensione e un lavoro sicuro, la messa in sicurezza del territorio, il diritto allo studio per tutte e per tutti!

Crediamo che raccogliere l’appello dei lavoratori portuali di Genova significhi creare un percorso di continuità contro la guerra, attaccando, boicottando e sabotando i traffici di armi delle imprese e del governo italiano. Da sempre diciamo che i venti di guerra che soffiano in tutto il mondo non sono il frutto delle pazze idea di uno scellerato ma sono la diretta conseguenza della concorrenza economica su piano internazionale in cui i capitali e i loro governi, in questa fase di crisi strutturale, non possono far altro che appropriarsi della ricchezza e del valore dai paesi capitalisti sottomessi. In tutto questo la guerra gioca il ruolo di ridefinire gli equilibri tra paesi dominanti e paesi dominati.

È nostro compito continuare a schierarci contro guerra e imperialismo attaccando gli interessi economici italiani che si muovono nello scacchiere internazionale e gli affaristi che sui nostri morti, sui migranti,sui popoli continuano a fare i loro sporchi profitti commerciando armi, radar e satelliti impegnati nei conflitti in corso.

Sul suolo fiorentino spiccano due principali aziende impegnate nella produzione e nel commercio di strumentazione di guerra, parliamo della Leonardo Finmeccanica (dove il principale azionista resta proprio lo Stato italiano!) e della Thales Alenia Space, in questo senso mercoledì 12 febbraio, sostenendo il blocco della nave Bahri Yanbu, raccogliamo l’appello del Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali organizzando un presidio sotto la prefettura per chiedere conto delle promesse d’interrompere gli affari di morte tra Turchia e Leonardo Finmeccanica che non sono mai cessati, per ribadire ancora una volta che Firenze ripudia la guerra, i suoi affaristi e tutti i governi complici schierandosi a fianco dei popoli che lottano per la giustizia sociale e una società libera da sfruttamento, patriarcato e prevaricazione.

“Dalla produzione bellica alla sua logistica, dalle basi militari ai centri di ricerca, l’ingranaggio della guerra è ampio e diffuso e permette a chiunque e dovunque di mettere in campo in autonomia ciò che vorrà e potrà. Guerra alla guerra! Pace fra i popoli!”
Lavoratori e lavoratrici genovesi

Assemblea “Firenze contro la guerra”

Posted in manifestazione, No alla guerra | Comments Off on Mercoledì 12 Febbraio 2020 Firenze contro la guerra – Al fianco dei portuali di Genova!

Domenica 9 Febbraio 2020 Uno sguardo sul Libano

Uno sguardo sul Libano

Uno sguardo sul Libano

Dalle ore 18:00
I campi profughi palestinesi nel paese dei cedri, la rivolta popolare iniziata lo scorso autunno, il cosiddetto “piano del secolo” di Trump, il tentativo di equiparare antisionismo e antisemitismo.

Ne parliamo con:

Mouna FARES, operatrice sociale di
Trieste, di orgine libanese

Fouad DAHER, attivista sociale
nei campi profughi palestinesi in
Libano

cena a buffet a sostegno delle attività nei campi profughi

Posted in iniziative, Palestina | Comments Off on Domenica 9 Febbraio 2020 Uno sguardo sul Libano

Sabato 8 Febbraio 2020 Hardcore Night – OSD, MACHETE, INVITRO

Hardcore Night - OSD, MACHETE, INVITRO

Hardcore Night – OSD, MACHETE, INVITRO

La vera anima HC di Firenze e della piana fiorentina sul palco del K100fuegos

OSD – Orphan Skin Diseases – Alternative Rock da Firenze
Machete Firenze HC – HC dalla piana fiorentina
InVitro – hardcore/sludge – female band da Firenze

Posted in concerti | Comments Off on Sabato 8 Febbraio 2020 Hardcore Night – OSD, MACHETE, INVITRO