25 Aprile in Piazza Santo Spirito ★ Firenze

25 APRILE 2018 in Piazza S. Spirito

25 APRILE 2018 in Piazza S. Spirito

25 APRILE 2018 in Piazza S. Spirito

A partire dalle 15 banchini informativi, musica, interventi, cibo e bevande
Alle 17 CORTEO fino a Piazza Tasso e ritorno in S. Spirito
Al ritorno i canti del MENESTRELLO
A seguire CENA in piazza e CONCERTO con MALASUERTE FI-SUD

La lotta dei Partigiani e delle Partigiane è la nostra lotta

Come ogni anno la Firenze Antifascista festeggerà il prossimo 25 aprile in piazza S. Spirito, al centro del quartiere di S. Frediano che per primo fu liberato dalla Brigata Sinigaglia. Come sempre sarà una giornata che non rappresenta una mera ricorrenza ma un momento in cui potranno essere protagoniste tutte le realtà sociali e politiche e tutti i singoli che in questa città fanno dell’antifascismo e dell’antirazzismo una pratica viva e quotidiana. Come antifascisti sarà l’occasione per ribadire il nostro legame con l’esempio che i partigiani ci hanno lasciato, quello delle classi popolari che scesero in battaglia per farla finita con il fascismo, con lo sfruttamento, il razzismo e la guerra.

La lotta dei Partigiani e delle Partigiane, che furono protagoniste della Resistenza, è la nostra lotta perché viviamo in una città ancora molto lontana dall’essere veramente liberata. A 80 anni dall’approvazione delle leggi razziali da parte del regime fascista, solo poche settimane fa abbiamo manifestato in migliaia per protestare contro il clima di razzismo alimentato dalla politica e dai media e per dimostrare la nostra solidarietà ai familiari, agli amici e ai compagni di lavoro di Idy Diene, ucciso per il colore della sua pelle. Il 17 marzo siamo scesi in piazza per ricordare l’eccidio di Campo di Marte del 22 marzo del 1944, quando 5 ragazzi vennero trucidati per essersi rifiutati di far parte della leva repubblichina di Mussolini, e per protestare contro la presenza proprio in quel quartiere di ben 3 sedi fasciste, ampiamente tollerate e favorite dalle istituzioni cittadine.

Le stesse istituzioni niente dicono nei confronti dei fascisti di Casaggì che anche quest’anno passeranno il 25 aprile al cimitero di Trespiano commemorando i fascisti repubblichini, così come l’11 Agosto, data della Liberazione di Firenze, da anni rendono omaggio ai franchi tiratori, ossia coloro che sparavano nascosti sui tetti alla popolazione inerme durante le ultime settimane dell’occupazione nazista. Non contenti di avvallare queste manifestazioni, il P.D. nel consiglio comunale di Firenze ha pensato bene di accodarsi ai referenti politici di quegli stessi gruppi fascisti per chiedere la chiusura di uno spazio antifascista presente da trent’anni in città come il Cpa Fi-Sud.

Questa decisione del consiglio comunale è stata presa in nome della legalità tanto sbandierata dal sindaco Nardella e dalla sua giunta. Ma di che cosa stiamo parlando?! Per noi è molto evidente che dietro la maschera della legalità si muovono gli interessi di chi vuole avere mano libera in città ed è infastidito dalla presenza scomoda di chi si rifiuta di subire passivamente e in silenzio. La loro legalità è l’arma che colpisce gli antifascisti con la repressione quando agiscono per togliere spazi e agibilità ai fascisti o quando praticano la solidarietà internazionalista verso i popoli oppressi come quello palestinese e kurdo. Non a caso ad oggi ci sono in questa città decine di antifascisti accusati dei reati più svariati e pretestuosi, a partire dai compagni sotto processo in queste settimane per avere impedito un presidio razzista di Forza Nuova alle Piagge nel dicembre 2014. Tutta la solidarietà militante della piazza popolare e antifascista di S. Spirito andrà a sostegno di questi compagni e delle realtà antifasciste e antirazziste fiorentine colpite dalla violenza “legale” delle istituzioni.

Ieri Partigiani, Oggi Antifascisti!

Firenze Antifascista

Posted in 25 Aprile, Firenze Antifascista, iniziative | Comments Off on 25 Aprile in Piazza Santo Spirito ★ Firenze

25 Aprile 2018 in Valibona

25 Aprile Valibona 2018

25 Aprile Valibona 2018

Ritrovo:
Ore 7:45 al K100 Fuegos – Via Chiella 4 Campi Bisenzio
Ore 10:00 a Valibona

Ore 11:00
Recital Concerto “AZAD – Libertà” di e con Marco Rovelli e Sherat Akbal
tratto dal romanzo “La guerriera dagli occhi verdi” sulla lotta del popolo Curdo

Deposizione corona al ceppo commemorativo

Interventi e banchetti informativi

Ore 13:00 pranzo con panini e vino.

——–
AZAD – LIBERTÀ
da “La guerriera dagli occhi verdi”

La storia di una donna curda che, come tante sue compagne, non ha accettato di abbassare la testa di fronte all’oppressione e ha scelto di combattere non solo imbracciando il fucile ma portando avanti un nuovo ideale di libertà e democrazia.
La vita di Avesta Harun e la vicenda del popolo curdo vengono ripercorse nel recital Azad, Libertà. Il racconto viene scandito da momenti musicali in cui l’autore del libro, che è anche musicista (il suo ultimo album é stato candidato alla targa Tenco 2015), viene accompagnato da Serhat Akbal, straordinario suonatore di saz baglama, il tradizionale strumento a corde curdo (il suo album é in uscita per la prestigiosa etichetta Note). Le canzoni di Rovelli dedicate a chi cerca la libertà e i canti tradizionali dei curdi si alternano alla lettura recitata di brani del libro “La guerriera degli occhi verdi” per raccontare una storia che non è solo di Avesta, né solo del popolo curdo, ma di tutta l’umanità.

Marco Rovelli, scrittore e musicista, segue le tracce di Avesta Harun salita in montagna a 22 anni e uccisa due anni dopo dalle milizie del daesh in un’imboscata. In quei giorni le foto di questa ragazza dagli occhi verdi apparvero sui giornali e pc di tutto il mondo. Allora venne esaltato il coraggio di queste ragazze che sfidavano gli stereotipi maschilisti della cultura patriarcale combattendo a viso aperto i tagliagole dell’ISIS nel nome del confederalismo democratico di Abdullah Oçalan, il leader del Partito Kurdo del Lavoratori (PKK)
Ora sembra tutto dimenticato. L’Europa ha affidato a Erdogan il compito di fermare con ogni mezzo il flusso dei profughi e in cambio sta chiudendo gli occhi di fronte all’oppressione di un popolo.Ma una cosa dovremmo ricordare: se abbandoniamo chi è pronto a sacrificare la propria vita nel nome degli ideali di democrazia e libertà vuol dire che stiamo rinunciando quegli stessi ideali per noi.Per questo la loro lotta dovrebbe diventare la nostra lotta.

Posted in 25 Aprile, iniziative, Valibona | Comments Off on 25 Aprile 2018 in Valibona

Domenica 22 Aprile 2018 Cinema Porco Rosso

Porco Rosso

Porco Rosso

Meglio essere un porco, che un dannato fascista..

In quella che Miyazaki Hayao definisce “l’epoca degli idrovolanti”, Marco Pagot è un ex-pilota che si è misteriosamente ritrovato nelle mutate sembianze di un maiale antropomorfo. Con il nome di battaglia di Porco Rosso, vola alla ventura sui cieli dell’Adriatico a bordo del suo idrovolante vermiglio, sfuggendo al giogo fascista e sbarcando il lunario come cacciatore di taglie. Ma l’arrivo del pilota americano Curtis, assoldato dai Pirati del Cielo, lo costringerà a nuove battaglie per salvare il proprio onore e quello di una radiosa fanciulla, per la riconquista di un perduto amore e della fiducia nell’umanità.

PORCO ROSSO
Titolo originale 紅の豚
Regia Hayao Miyazaki
Anno 1992
Durata 93 minuti

Posted in cinelab-bimbi | Comments Off on Domenica 22 Aprile 2018 Cinema Porco Rosso

Sabato 21 Aprile 2018 Gozzilla e le tre ragazze coi baffi

Gozzilla

Gozzilla

Posted in concerti | Comments Off on Sabato 21 Aprile 2018 Gozzilla e le tre ragazze coi baffi

Martedì 17 Aprile 2018 Riunione cittadina presso il Cpa Fi-sud e presidio contro la guerra davanti ai consolati USA e Francia

Dal 30 marzo al 15 maggio 2018, le organizzazioni popolari ed i comitati palestinesi hanno lanciato la Marcia del Ritorno, manifestazione di protesta per chiedere il ritorno dei profughi palestinesi e il diritto, per i discendenti dei rifugiati che hanno perso le loro case nel 1948, a ritornare alle proprietà della loro famiglia nei territori che attualmente appartengono a Israele.

Il 30 marzo, durante la prima manifestazione nella Striscia di Gaza, cecchini dell’esercito israeliano hanno fatto fuoco ed ucciso 20 palestinesi e feriti oltre 1400. Le stesse scene si sono ripetute il 6 aprile con 8 morti e mille feriti. L’esercito israeliano sostiene di difendersi, in realtà spara ed attacca i manifestanti.

Le proteste, dovute ad un’occupazione che dura dal 1948, continueranno nei prossimi giorni per arrivare al 15 maggio 2018, anniversario della Nakba, la giornata della tragedia per il popolo palestinese.

Crediamo necessario costruire anche a Firenze giornate di informazione e protesta per quanto sta avvenendo, per sostenere la resistenza palestinese e denunciare l’appoggio dell’Italia, della Ue e degli Usa alla politica criminale di Israele. Invitiamo tutti a partecipare alla riunione cittadina di martedì 17 aprile alle ore 19 presso il Cpa Fi-sud via Villamagna

Comunità Palestinese di Firenze, Associazione di Amicizia Italia-Palestina, Cpa Firenze sud, Cantiere Sociale K100fuegos, Collettivo Politico Scienze Politiche

Ricordiamo inoltre:

CONDANNIAMO I BOMBARDAMENTI DI USA GRAN BRETAGNA, FRANCIA E ISRAELE SULLA SIRIA

CONDANNIAMO LE GUERRE CHE LE POTENZE MONDIALI GIOCANO SULLA TESTA DEI POPOLI

DICIAMO BASTA AI MERCANTI DI ARMI CHE SEMINANO MORTE NEL MONDO

CHIEDIAMO CHE IL PARLAMENTO ITALIANO ASSUMA CON CHIAREZZA LE SUE RESPONSABILITA’ DI FRONTE A TUTTE LE AZIONI DI GUERRA CONDOTTE DA PAESI MEMBRI DELLA NATO

SOSTENIAMO LA RESISTENZA DEI POPOLI CURDO E PALESTINESE CONTRO L’OPPRESSIONE MILITARE

MARTEDI’ 17 APRILE
ORE 17,30
PRESIDIO DAVANTI AL CONSOLATO DEGLI STATI UNITI
ORE 18,30
PRESIDIO DAVANTI AL CONSOLATO FRANCESE

Comitato Fiorentino Fermiamo la Guerra, Per un’altra città, CPA Fi-Sud, Cantiere Sociale Camillo Cienfuegos, Potere al Popolo Firenze, Partito Comunista Toscana, UnaCittàinComune, Assemblea Beni Comuni/Diritti, L’Altra Europa FI, Statunitensi contro la guerra (fi), Associazione di amicizia italo-palestinese onlus, Comitato pistoiese per la Palestina

Posted in comunicati, iniziative, manifestazione | Comments Off on Martedì 17 Aprile 2018 Riunione cittadina presso il Cpa Fi-sud e presidio contro la guerra davanti ai consolati USA e Francia

Domenica 15 Aprile 2018 Cinema Rush

Rush

Rush

Rush è un film del 2013 di Ron Howard. Basato su una sceneggiatura di Peter Morgan, racconta l’intensa rivalità tra i piloti di Formula 1 James Hunt e Niki Lauda, interpretati rispettivamente da Chris Hemsworth e Daniel Brühl

Genere:Sportivo Drammatico biografico
Regia: Ron Howard
Anno:2013
Durata:123minuti

Posted in cinema | Comments Off on Domenica 15 Aprile 2018 Cinema Rush

Domenica 15 Aprile 2018 LabBimbik100 Un Giorno Da Geologo

Un giorno da geologo

Un giorno da geologo

Posted in cinelab-bimbi | Comments Off on Domenica 15 Aprile 2018 LabBimbik100 Un Giorno Da Geologo

Sabato 14 Aprile Cena Benefit per il presidio NO INC – No AERO

Cena Benefit per il presidio NO INC - No AERO

Cena Benefit per il presidio NO INC – No AERO

Cena Benefit per il presidio NO INC – No AERO

Menu:
Pecora alla campigiana /primo vegetariano
Pecora in umido / torte salate
Acqua e vino

A seguire gli Electric Souls

Posted in axpcn, iniziative | Comments Off on Sabato 14 Aprile Cena Benefit per il presidio NO INC – No AERO

Nardella in visita a LEONARDO-FINMECCANICA, VERGOGNA: Profumo di guerra, Profumo di morte

Oggi, venerdì 13 aprile, l’amministratore delegato di Leonardo/Finmeccanica, azienda statale specializzata nel commercio di armi ed aereospaziale si trova nel territorio fiorentino.

Avrebbe dovuto tenere una conferenza nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, su Difesa e Ruolo Strategico del Know How. Ma Profumo non è persona gradita a Firenze ed in seguito alle mobilitazioni è stato costretto a riparare in altra sede, spostandosi in Camera di Commercio. Da parte nostra siamo andati a dirgli che Firenze non lo gradisce anche sotto la sede della Camera di Commercio.

Ma, evidentemente sotto attacco in tutta Italia per il ruolo di venditori di armi e morte alla Turchia come ai Sauditi ed Israele, Leonardo ha bisogno di un po’ di propaganda. E quindi via a qualche articolo di giornale ben pagato, comparsi stranamente in questi giorni su varie testate, e via alla visita alla fabbrica di Campi Bisenzio con il sindaco Nardella. Il Nardella che straparla di Firenze città di pace è in prima fila a lodare l’azienda “leader nel settore dei radar, dei sistemi ottici satellitari e della comunicazione per la sicurezza. È un’eccellenza del nostro sistema…” No Nardella, sarà un’eccellenza per te, per noi è una fabbrica di morte e tu sei solo uno zelante vassallo di questo sistema. Mentre in tutto il mondo si è in allarme per il pericolo GUERRA, Nardella va a visitare le fabbriche di armamenti. Che vergona e che squallore.

Leonardo opera infatti anche nel territorio fiorentino con la fabbrica di Campi Bisenzio (ex Galileo) specializzata in puntature militari, laser ed ottica. Punta di diamante nella produzione tecnologica e militare in Italia ed in Europa, attraverso i Piani industriali degli ultimi anni, concordati con il Ministero della Difesa, tutti orientati produzione di armi e di incremento nella distribuzione stessa, si specializza verso il business militare, evidentemente considerato redditizio e più strategico. E non importa che si vendano armi a dittatori, a chi sta facendo guerre, violando così anche le norme costituzionali.

La Leonardo opera in Turchia con forniture di elicotteri dal 2016 con il gruppo Augusta Westland. Elicotteri che oggi sono operativi nei cieli del Kurdistan, della Turchia e nel Nord della Siria. Da circa un anno attraverso le partecipate Thales-Alenia Space e Telespazio ha contribuito a realizzare il primo satellite militare messo in orbita dalla difesa Turca per essere utilizzato nelle missioni militari contro la resistenza Kurda. Nel corso del 2017 e 2018 le armi italiane hanno contribuito alla distruzione indiscriminata di tutte le principali città a maggioranza Kurda nel sudest del paese, e oggi forniscono appoggio aereo alle milizie islamiste impegnate nella distruzione delle città di Afrin e nell’operazione di pulizia etnica in corso in tutto il cantone, con un numero di vittime sempre crescente.
Nel campo aereonautico e aerospaziale la Leonardo partecipa da oltre quarant’anni ai principali programmi industriali di EU e USA in campo bellico; quali costruzioni di veicoli da combattimento (Tornado, Eurofighter F-35). Oltre alla Turchia, ottimi sono i rapporti della Leonardo anche con altri stati occupanti come Israele, partner privilegiato nel campo aereonautico, come verso l’Arabia Saudita. Il nostro compito oggi è quello di non tacere di fronte alle responsabilità delle nostre aziende e del nostro governo. E lo diremo forte anche ad Alessandro Profumo che FIRENZE E’ CONTRO LA GUERRA, che i suoi interessi non sono i nostri interessi.

LEONARDO FABBRICA DI GUERRA, PROFUMO DI MORTE A FIRENZE – NO ALLA GUERRA – Solidarietà con la resistenza Kurda e Palestinese

CPA Firenze sud, Cantiere Sociale K100fuegos, Collettivo Politico Scienze Politiche, Perunaltracittà, Comitato Fermiamo La Guerra, Potere al Popolo, Rete dei Collettivi studenteschi fiorentini, Rete dei Comunisti, Assemblea Beni Comuni / Diritti, Comitato STOP TTIP, Una Città in Comune

Posted in comunicati, Kurdistan, No alla guerra, Palestina | Comments Off on Nardella in visita a LEONARDO-FINMECCANICA, VERGOGNA: Profumo di guerra, Profumo di morte

Venerdì 13 Aprile 2018 Contestiamo Profumo e la Leonardo/Finmeccanica a Firenze

LEONARDO-FINMECCANICA e Alessandro Profumo a Firenze:
Profumo di guerra, Profumo di morte!

Venerdì 13 aprile nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze è stato invitato Alessandro Profumo, banchiere ed ex ministro in quota Pd, attuale Amministratore Delegato di Leonardo/Finmeccanica, azienda statale specializzata nel commercio di armi ed aereospaziale. Da venditore di armi e di morte terrà una Conferenza su Difesa e Ruolo Strategico del Know How. Si, perchè quando parliamo di Difesa, per lo Stato Italiano si tratta non di difesa vera e propria ma, come specificato nel Libro Bianco della Ministra Pinotti, di “interesse nazionale”. “Difesa” sono quindi, per lo Stato Italiano, anche l’export di armi e gli interventi militari all’estero.

Leonardo opera anche nel territorio fiorentino con la fabbrica di Campi Bisenzio (ex Officine Galileo) specializzata in puntatori militari, laser ed ottica. Questa azienda a partecipazione statale rappresenta una punta di diamante nella produzione tecnologica e militare in Italia ed in Europa. Attraverso i Piani industriali degli ultimi anni, concordati con il Ministero della Difesa, tutti orientati produzione di armi e di incremento nella distribuzione stessa, l’azienda si specializza verso il business militare, evidentemente considerato redditizio e più strategico.

E non importa che si vendano armi a dittatori, a chi sta facendo guerre, violando così anche le norme costituzionali.

La Leonardo opera in Turchia con forniture di elicotteri dal 2016 con il gruppo Augusta-Westland. Elicotteri che oggi sono operativi nei cieli del Kurdistan, della Turchia e nel Nord della Siria. Da circa un anno attraverso le partecipate Thales-Alenia Space e Telespazio ha contribuito a realizzare il primo satellite militare messo in orbita dalla difesa Turca per essere utilizzato nelle missioni militari contro la resistenza Kurda. Nel corso del 2017 e 2018 le armi italiane hanno contribuito alla distruzione indiscriminata di tutte le principali città a maggioranza Kurda nel sudest del paese, e oggi forniscono appoggio aereo alle milizie islamiste impegnate nella distruzione delle città di Afrin e nell’operazione di pulizia etnica in corso in tutto il cantone, con un numero di vittime sempre crescente.

Nel campo aereonautico e aerospaziale la Leonardo partecipa da oltre quarant’anni ai principali programmi industriali di EU e USA in campo bellico; quali costruzioni di veicoli da combattimento (Tornado, Eurofighter F-35).

Oltre alla Turchia, ottimi sono i rapporti della Leonardo anche con altri stati occupanti come Israele, partner privilegiato nel campo aereonautico, come verso l’Arabia Saudita che quotidianamente bombarda lo Yemen con armi italiane.

I nostri interessi non sono vendere morte, sono invece sostenere le organizzazioni popolari che in Kurdistan come in Palestina resistono alle occupazioni ed ai bombardamenti fatti con le nostre stesse armi. Il nostro compito oggi è quello di non tacere di fronte alle responsabilità delle nostre aziende e del nostro governo. E lo diremo forte anche ad Alessandro Profumo che FIRENZE E’ CONTRO LA GUERRA, che i suoi interessi non sono i nostri interessi.

PROFUMO DI MORTE A FIRENZE – NO ALLA GUERRA – Solidarietà con la resistenza Kurda e Palestinese

VENERDI’ 13 APRILE ORE 17.00 PRESIDIO SOTTO LA SEDE DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO – Via Bufalini, 8 Firenze
Per info e adesioni:
info@k100fuegos.org & @info@cpafisud.org

Adesioni in aggiornamento..
CPA Firenze Sud, Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos – Campi Bisenzio, Collettivo Politico Scienze Politiche, PerUnaltracittà Firenze, Comitato Fiorentino Fermiamo la Guerra – Potere al Popolo – Firenze; Rete Dei Collettivi Fiorentini;Comitato Kurdistan “Aysel Kurupinar” ; Assemblea Beni Comuni / Diritti ; Comitato STOP TTIP
Una Città in Comune

Posted in iniziative, Kurdistan, manifestazione, No alla guerra, Palestina | Comments Off on Venerdì 13 Aprile 2018 Contestiamo Profumo e la Leonardo/Finmeccanica a Firenze